La Scuola

La Scuola presenta un percorso di specializzazione e avviamento al lavoro per giovani attori capaci di recepire con duttilità un percorso di formazione innovativo.
Sotto la direzione artistica di Pierfrancesco Favino e con il coinvolgimento di insegnanti di caratura internazionale, particolare importanza sarà data al lavoro su corpo e voce e sull’acquisizione di una forte tecnica di base che consenta ai giovani attori di maturare una libertà e un’autonomia espressive che li renda competitivi anche fuori dal nostro paese. Il Teatro della Toscana, come Teatro Nazionale, ha stabilito diverse e molteplici collaborazioni con realtà teatrali e artistiche internazionali.

E proprio grazie a queste, durante il percorso saranno previsti scambi e sinergie. La formazione non include solo materie e discipline tipiche della pratica attoriale, ma contributi dei vari campi del sapere, dalla storia dell’arte alle scienze. Grazie alla centralità di Firenze, immaginiamo un percorso in grado di suscitare nei partecipanti il senso di un iter che si rifà al Rinascimento, ai valori dell’umanesimo come formazione spirituale dell’uomo, come conoscenza e ripresa della cultura europea per innovarla ed attualizzarla nel futuro. Una modalità formativa diversa e profondamente connaturata con il Teatro e la Città.

Gli studenti ammessi al corso saranno inoltre impiegati in ogni settore dell’attività del Teatro come in una bottega/apprendistato di qualità.


STAFF

Lo staff di insegnanti comprende tra gli altri:

  • Peter Clough - recitazione
  • Susan Main - voce
  • Gabriele Foschi - canto
  • Bruno Fornasari - recitazione
  • Pierfrancesco Favino - recitazione
  • Leah Muller - movimento
  • Wendy Allnutt - movimento
  • Merry Conway - movimento e clownerie
  • Stefano Zenni - storia della musica

Il percorso formativo ha durata triennale, dal mese di novembre al mese di giugno di ogni anno.
Prevede un numero massimo di 16 partecipanti, che dovranno frequentare obbligatoriamente  il 90% della totalità delle ore di lezione, pena l’esclusione all’esame finale e il mancato ottenimento dell’Attestato di Frequenza.
Per poter accedere alle prove di selezione, devi essere in possesso della cittadinanza italiana, avere un’età compresa tra i 18 e i 28 anni, essere in possesso del diploma di scuola media superiore, possedere una ottima conoscenza della lingua italiana parlata e scritta, possedere una sana e robusta costituzione fisica. È auspicabile, ma non obbligatoria, una buona conoscenza della lingua inglese.
Le prove di selezione consisteranno in una prima fase, in cui dovrai presentare un monologo di drammaturgia teatrale classica (durata massima di 2 minuti), un monologo di drammaturgia teatrale moderna (durata massima di 2 minuti) e in cui dovrai sostenere un colloquio attitudinale; se selezionato, accederai alla seconda fase dove ti sarà richiesto di partecipare a brevi sessioni di lavoro sotto la guida degli insegnanti.
Le modalità con cui presentare la domanda e accedere alla fase di selezione saranno disponibili sul sito web loltrarno.teatrodellatoscana.it.


COME TI AIUTIAMO

Essere allievo della Scuola, significa poter contare su agevolazioni quali

  • Facilitazioni per l’ingresso nei Musei Comunali e Statali
  • Ingresso alla biblioteca del Teatro della Pergola – Orazio Costa
  • Ingressi per la visione degli spettacoli al Teatro della Pergola e degli spazi gestiti
  • Facilitazioni per la visione di concerti e spettacoli in altri teatri della città

E DOPO LA SCUOLA?

Dopo i tre anni di formazione si terrà una presentazione finale del lavoro; durante il terzo anno in modo particolare si svolgeranno una serie di incontri con figure inserite nel contesto professionale italiano e non solo.